Nella sprint del “Tour de Ski” in Val di Fiemme Federico Pellegrino e Francesco De Fabiani escono ai quarti

Francesco De Fabiani durante il Tour de Ski (foto Nordic agency)
Francesco De Fabiani durante il Tour de Ski (foto Nordic agency)

L’Italia festeggia il secondo podio consecutivo in una sprint in tecnica classica del finanziere trentino Simone Mocellini, ma è ugualmente contenta anche per i piazzamenti conquistati dai valdostani Federico Pellegrino e Francesco De Fabiani nella quinta tappa del “Tour de Ski”, una sprint in classico, disputata venerdì 6 gennaio in Val di Fiemme (Trentino).

Quinto successo consecutivo del norvegese Johannes Hoesflot Klaebo, già primo in qualifica, che ha preceduto lo svedese Calle Halfvarsson e l’azzurro Simone Mocellini. Sono stati eliminati nei quarti, nella quarta e quinta batteria, Federico Pellegrino (Fiamme Oro, 15esimo assoluto ed undicesimo tempo in qualifica) e Francesco De Fabiani (Cse, 16esimo e 14esimo), con l’alpino di Gressoney che ha fallito di soli 13/100 l’accesso in semifinale come “lucky looser”. In 44esima posizione Mikael Abram (Cse) e 53esimo Paolo Ventura (Cse).

«Era molto dura entrare in semifinale – ha commentato Federico Pellegrino – nella heat selection si sono aggiunti due ragazzi molto forti e ho cercato di fare il meglio possibile. Ho sbagliato sul dosso d’ingresso allo stadio, arrivavo con abbastanza velocità e avrei dovuto sfruttarla per affiancare subito l’americano. Ho aspettato un po’ troppo per prendere la scia ma poi a spinta, vedendo fisicamente il mio avversario, possiamo capire perché non son entrato in semifinale. Ho fatto il massimo, a parte quel piccolo errore tattico che per me non avrebbe cambiato più di tanto l’esito di questa gara. Con il percorso ridotto, son stato un pelo svantaggiato ma fa parte del gioco. Vediamo di tener duro perché le prossime gare, soprattutto nella 16 km sarà dura resistere agli attacchi, ma ce la metteremo tutta come sempre e sul Cermis vediamo cosa sarà rimasto a livello di energie».

«Se Zak Ketterson avesse tenuto la sua traiettoria probabilmente avremmo guadagnato entrambi, visto che eravamo primo e secondo – ha analizzato, a fine gara, Francesco De Fabiani – ed avremmo potuto giocarcela meglio. Le gare sull’uomo sono così ed è andata bene che non siamo caduti. Per poco ho mancato anche il ripescaggio come “lucky looser”, ma comunque abbiamo fatto una buona batteria, sono comunque abbastanza contento. Il “Tour” sta andando bene, ma sarebbe potuto andare meglio. L’anno scorso andava decisamente meglio ma, poi, una caduta qui ha rovinato tutto, quindi non è detto che domani si possa ribaltare tutta la situazione: un discreto “Tour” comunque sino a ora».

La classifica della sprint a tecnica classica del 6 gennaio del Tour de Ski in Val di Fiemme.

A due gare dal termine del “Tour de Ski 2023” (la 15 km Mass start in alternato, è in programma sabato 7 gennaio domani alle 13.30, e la 10 km Mass start in skating, con l’ascesa all’Alpe Cermis, domenica 8 alle 12.45), in classifica generale è sempre primo Johannes Klaebo (1h 32’39”), che precede Calle Halfvarsson (a 58”), che scavalca, terzo, Federico Pellegrino (a 1’08”). Quattordicesimo Francesco De Fabiani (a 2’23”), 37esimo Paolo Ventura (a 4’47”) e 67esimo Mikael Abram (a 14’14”).